Pensi di essere vittima di

odio online?

  • Team COP

Falli smettere: invia una diffida


Se una persona ti offende sui social, se sei vittima di stalking, minacce e altri comportamenti d'odio a mezzo Internet, spesso la prima cosa da fare è inviare una diffida. La diffida è una procedura facile, veloce, economica e nella maggior parte dei casi è in grado di sedare anche il peggiore degli hater. Nel caso non bastasse, rappresenta comunque un prezioso punto di partenza per ulteriori sviluppi legali. Oggi, con Chi Odia Paga, inviare una diffida è semplice e soprattutto molto economico.


Ma tecnicamente cos'è una diffida? La diffida è un atto con cui una parte invita un’altra a compiere o a non compiere una determinata azione o ad astenersi da un comportamento lesivo. Si tratta quindi di un vero e proprio avvertimento: è sicuramente efficace per cercare di far smettere un hater senza procedere in tribunale (evitando le lungaggini delle cause giudiziarie), ma può essere utile come precedente a sostegno della propria difesa, nel caso in cui dovessi decidere di proseguire in questo senso.


La lettera di diffida è costituita principalmente in tre parti.

  • Nella prima vengono riassunte le generalità del mittente e del destinatario, nonché l’oggetto della lettera.

  • Nella seconda sono esposti i fatti accaduti e le motivazioni che hanno condotto il mittente a scrivere la lettera di diffida.

  • Nella terza parte viene invece riportata la vera e propria diffida, che chiede al destinatario di rispettare quanto gli è stato ordinato.

La diffida è un comunicato ufficiale, ma non per questo necessita di essere redatta da un avvocato e non avvia alcun procedimento giudiziario; tuttavia, quando è inviata da un legale, le probabilità che sia risolutiva del problema sono maggiori. Inoltre, rappresenta il primo passo per tentare un accordo in via stragiudiziale, quando possibile, evitando di rimandare tutto alla decisione di un giudice.


Con Chi Odia Paga potrai creare una diffida utilizzando un form automatizzato, facilissimo da usare. I dati inseriti vengono trattati dai nostri legali, che curano e generano la diffida. Una volta scaricato il documento dovrai inviarlo al tuo hater. Puoi inviare al tuo hater il documento di diffida tramite lo stesso mezzo con cui subisci la condotta d’odio (ad esempio, se l'offesa è inviata tramite un messaggio su whatsapp, potrai rispondere all'hater inviando la diffida come allegato), o in generale tramite qualsiasi mezzo che ci dia la possibilità di allegare il documento (servizi di messaggistica istantanea, email, posta certificata, social media).


Questo vuol dire che non è necessario che tu conosca nome, cognome, generalità o indirizzo di questo soggetto, ma è sufficiente che tu abbia individuato l’account dell’hater e che tu abbia modo di interagirvi sulla piattaforma tramite cui sei preso di mira.


Per saperne di più sul servizio di diffida online e per entrare in contatto con noi, puoi visitare la sezione dedicata di Chi Odia Paga.

Post recenti

Mostra tutti

Vuoi rimanere aggiornato sul mondo dell'odio online?

Pensi di essere
vittima di odio online?

service.png